I benefici dell’olio di canapa: perché non potrai più farne a meno

Siamo quello che mangiamo. Credi che una giusta alimentazione sia fondamentale per la salute mentale e fisica. L’olio di canapa fa al caso tuo. E’ considerato tra gli alimenti più nutrienti che ci siano per le sue incredibili proprietà e benefici.

Ma cos’è l’olio di canapa. Come viene prodotto? Come prenderlo e conservarlo correttamente. I suoi utilizzi e benefici. Alla fine di questo articolo sarà tutto più chiaro. Ci vorranno pochi minuti di lettura. Mettiti comodo e partiamo.

Indice

olio di canapa

Cos’è l’olio di canapa

L’olio di canapa è un alimento che si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi della Cannabis Sativa. Ha un colore che varia dal verde chiaro al verde intenso. Un sapore che ricorda le nocciole. Ed è famoso per le sue proprietà terapeutiche.

Cosa contiene

L’olio di canapa pressato a freddo contiene:

  • 10% di grassi saturi.
  • 90% di grassi essenziali polinsaturi, Omega 6 e Omega 3.

L’apporto di acido linoleico (acido grasso Omega 6) è pari al 50-60%, mentre quello di acido alfa linolenico (Omega 3) è pari al 15-22%.

Spicca tra gli altri oli per il suo equilibrio ottimale tra Omega 6 e Omega 3, con un rapporto 3:1. Una proprietà consigliata dalle ricerche mediche e nutrizioniste che nessun altro alimento in natura può offrire.

Ogni grammo contiene solo 9 calorie. Un cucchiaio di olio, circa 10 grammi, apporta 1,7 grammi di Omega 3 coprendo il fabbisogno giornaliero di un uomo adulto.

Inoltre sono presenti:

  • quantità significative di amminoacidi, essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo.
  • numerose vitamine tra cui A ed E, che sono antiossidanti naturali, PP, C, B1, B2, B6.
  • sali minerali come: ferro, calcio, magnesio, potassio, fosforo.

Olio di canapa: benefici e proprietà terapeutiche

E’ dimostrato come un uso quotidiano dell’olio di canapa sia efficace per la cura di diverse patologie:

  • Disturbi cardiovascolari. Fa diminuire gli eccessivi livelli nel sangue di trigliceridi e del colesterolo LDL (colesterolo “cattivo”). Riducendo il rischio di trombosi, l’arteriosclerosi e malattie cardiovascolari in generale. Rendendo più elastiche le pareti dei vasi sanguigni ed evitando l’accumulo di grasso nelle arterie.
  • Per la cura della pelle. Si è rivelato ottimo per problemi come: psoriasi, vitiligine, eczemi, micosi, irritazioni da allergie, dermatiti secche e per tutte le infiammazioni o irritazioni localizzate. Migliora le condizioni della pelle affetta da acne. Si può applicare anche direttamente sulla zona da trattare per ridurre i pruriti e le infiammazioni. Efficace anche per la cura dei funghi alle unghie.
  • Per malattie infiammatorie. Viene usato per la prevenzione e per il trattamento dell’artrosi e dell’artrite reumatoide e altre malattie infiammatorie come l’infezione cronica della vescica, la colite ulcerativa, il trattamento del colon irritabile e il morbo di Crohn.
  • Squilibri del sistema ormonale femminile: cisti ovariche, dolori mestruali, è utilissimo per la sindrome premestruale e nella menopausa, combattendo l’osteoporosi.
  • Rinforza il sistema nervoso. Cura problemi di apprendimento, deficit della memoria, difficoltà di concentrazione e mancanza di attenzione. Depressione cronica e depressione post-parto.
  • Problemi respiratori. Per la cura dell’asma, sinusite, tracheite e affezioni respiratorie.

Le dosi variano a seconda dell’età e della patologia. Per gli individui sani che lo usano per la prevenzione è sufficiente prendere un cucchiaino da tè al mattino a digiuno. Mentre per i soggetti affetti da patologie si preferisce 1 cucchiaio al giorno.

Come conservare correttamente l’olio di canapa

E’ molto importante scegliere prodotti estratti per spremitura a freddo. In quelli estratti con solventi tutte le sostanze nutrizionali si abbassano drasticamente. Dovrai conservarlo in bottiglie di vetro scure, ben chiuse e al riparo da fonti di luce e calore. Dopo l’apertura va riposto in frigorifero.

Olio di canapa. Toccasana da prendere la mattina

L’olio di canapa non può mancare alla mia dieta. Ne prendo un cucchiaino ogni mattina. E tu? Sapevi già queste cose? Ti consiglio di aggiungerlo alla lista della spesa. Provare per credere. Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti.

Autore: Raffaele Migliucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *