Rimedi (efficaci) per smaltire gli effetti della marijuana

Dopo una serata passata a fumare canne ti svegli e ti senti ancora fatto. Tutti noi conosciamo quella sensazione. La giornata è appena iniziata e non puoi permetterti di fermarti. Non ti preoccupare. Ti aiuto io. Oggi vedremo i miglior rimedi per smaltire gli effetti della marijuana.

Indice

come smaltire effetti marijuana

Come smaltire gli effetti della marijuana

Ti svegli al mattino dopo una serata passata all’insegna del divertimento e nuvole di fumo. Forse hai esagerato. Ecco i sintomi che lo testimoniano: risveglio lento, intorpidimento, occhi asciutti, naso e gola congestionati.

Il sole è appena sorto. Ti senti stanco. Vuoi già tornare a letto. Non preoccuparti. Ho selezionato per te i miglior rimedi per smaltire gli effetti della marijuana. Vediamoli subito.

Cbd: perfetto per ridurre gli effetti del Thc

Il Cbd è riconosciuto per le sue proprietà terapeutiche e rilassanti. Diversi studi, inoltre, affermano come possa ridurre e annullare alcuni effetti del THC sul corpo e sul cervello.

Il cannabidiolo va ad ostacolare i legami tra il THC e i recettori dei cannabionoidi presenti nel nostro sistema endocannabinoide, attenuandone gli effetti psicoattivi.

Smettere di fumare

Per quanto banale, smettere di fumare è tra le soluzioni per limitare gli effetti dei postumi da cannabis.

Molte persone al mattino pensano che una canna sia la soluzione. E’ soggettivo. Alcune affermano che dopo aver fumato è come se avessero recuperato le energie. Altre, invece, tendono ad essere ancora più pigri ed assonnati.

Ricordiamo sempre. La marijuana è una sostanza psicoattiva da usare con responsabilità. Un uso smodato porterebbe, anche se temporanei, degli effetti collaterali.

Dormi a sufficienza

Dormire qualche ora in più per ridurre gli effetti della cannabis. Dopo aver passato la serata a fumare non sarà difficile. Sprofonderete in un sonno pesante e ristoratore.

Esercizio fisico

Fare attività fisica per ridurre gli effetti della marijuana e sentirsi nuovamente attivi. Metti le scarpe da ginnastica e preparati a correre.

La sensazione di euforia è falsamente associata alla produzione di endorfine. In realtà, studi recenti, dimostrano come correre a lungo stimoli la produzione di endocannabionidi. Cioè cannabionidi prodotti dal nostro stesso organismo.

Allenandoti ridurrai lo stress associato al consumo eccessivo di cannabis. Ristabilirai i processi metabolici. Aumenterai il flusso sanguigno stimolando la sudorazione sentendoti cosi nuovamente vivo e sveglio.

Se lo sport non fa per te. Ci sono altre attività che stimolano endrofine, tra cui il sesso. E combinare sesso e marijuana è una pratica molto comune.

Per approfondire: Marijuana e sesso: pro e contro del fumare erba prima di un rapporto

Fare la doccia

Avete finito il vostro allenamento. Una doccia è quello che ci vuole. Non solo perché puzzerete di sudore. Ma una buona doccia è perfetta per rigenerarsi e ridurre gli effetti della cannabis.

Per i più coraggiosi. Dopo il vostro bagno rilassante. Impugnate la manopola e giratela nel verso opposto. Vi sembrerà una pazzia, ma la doccia fredda vi aiuterà a svegliarvi e non solo.

Un po’ esagerato? Bagnarsi il viso con dell’acqua fredda al mattino basterà per togliere quel senso di sonnolenza.

Idratarsi

Quando si fuma cannabis bere acqua è vitale. Oltre a contrastare “l’effetto lappa”, bere acqua aiuta a ripristinare i livelli energetici del corpo e mantenere lucidità mentale.

Quanto durano gli effetti della marijuana

La durata degli effetti della cannabis dipende dal metodo di consumo.

  • Se abbiamo fumato o vaporizzato la nostra erba, gli effetti si avvertiranno nel giro di pochi minuti. Raggiungendo il picco entro 15-30 minuti. Per una durata che va da 1-3 ore.
  • Se invece, assumiamo cannabis per via orale, i cosiddetti edibili, i sintomi della fattanza impiegheranno fino a 1-2 ore per insorgere. Per una durata massima tra le 6-8 ore.

La tua esperienza

Eccoci alla fine. Questi sono, secondo me, i rimedi più efficaci per ridurre gli effetti delle marijuana. Tu ne hai degli altri? Quali sono i tuoi rimedi per una sbornia da cannabis? Fammelo sapere nei commenti.

Autore: Raffaele Migliucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *